Carisma per donne

La parole carisma deriva dal greco “charis”, grazia, e indica quella particolare emanazione spirituale che da luogo alla capacità di sprigionare magnetismo, fascino ed attrattiva. Il carisma non è solo una qualità innata, ma una condizione particolare nella quale è possibile entrare attraverso l’apprendimento e l’esercizio.Donne non si nasce si diventa, diceva Simone De Beauvoir e questo è l’intento del nostro corso Carisma per donne che è ormai arrivato alla sua dodicesima edizione. La vita di una donna è contraddistinta da mutamenti di energia che la rendono un vero e proprio processo alchemico. Freud ha sempre definito le donne” il continente nero della psicanalisi”, quello spazio sconosciuto che sulle cartine dei tempi riportava la scritta hic sunt leones , cioè qui ci sono i leoni e non si può andare. Infatti l’universo femminile è da sempre un universo sotterraneo, un mondo misterioso e duplice fatto di streghe e di fate, dove la papessa e la prostituta convivono nello stesso corpo nello stesso tempo, in cicli ripetuti che seguono l’andamento lunare fatto di un fluttuare energetico, ormonale e fisico. Il tutto avviene in maniera invisibile come sono gli organi femminili, nascosti, protetti e sconosciuti a volte persino alle stesse donne. È molto importante per una donna essere a conoscenza e avere coscienza e consapevolezza, di quello che porta dentro anche a livello anatomico. Molta importanza ha la sensibilizzazione del perineo e l’allenamento di questo muscolo fondamentale per la postura e per le funzioni fisiologiche e sessuali. In ultimo, oggi siamo a conoscenza, grazie alle ultime scoperte nel campo delle neuroscienze delle differenze anatomiche del cervello maschile e femminile, che a grande sorpresa di tutti, giustificano e trovano consolazione a tutti quei difetti che da anni si imputano al sesso opposto. Un esempio: si era già notato che il cervello femminile fosse più piccolo del cervello maschile, e mentre i maligni imputavano questo alla “stupidità” delle donne, gli scienziati scoprivano che a discapito delle dimensioni i cervelli hanno la stessa quantità di neuroni. E questo spiegherebbe perché le donne riescano a fare più cose contemporaneamente finendole tutte e invece un uomo riesca a concentrarsi solo su una cosa alla volta…….. le connessioni celebrali dell’uomo sono molto più lente. E mentre le donne staranno sogghignando c’è da dire che forse dovremmo imparare dai signori uomini ad andare in quella che il comico Mark Gungor definisce la scatola del niente ed imparare a far respirare il nostro cervello. Il viaggio si conclude con il supporto della danzaterapia, disciplina da anni usata per mettere in connessione psiche e soma, nell’intento di far dialogare il corpo e la mente con quel mondo nascosto e sotterraneo, tutto da scoprire che è la donna nella sua interezza.

Con Amore Erica Francesca Poli e Federica Varone