L’importanza della valutazione iniziale nel pilates

La cosa importante non è quello stai facendo, ma come lo stai facendo.
— Joseph Pilates

Questa massima, una delle più famose di Joseph Pilates, ha un significato ben preciso: la consapevolezza è essenziale per il benessere del nostro corpo e per una corretta esecuzione degli esercizi. In altre parole: “Essere concentrati sul corpo e averne il perfetto controllo permette di eseguire gli esercizi con la massima precisione, il respiro armonioso rende possibile la fluidità e la stabilizzazione del baricentro.

 

 

Da qui derivano i 6 principi fondamentali del metodo Pilates

1. la Concentrazione, che permette una corretta esecuzione degli esercizi e un aumento della consapevolezza della propria postura.

2. il Controllo, necessario per essere padroni di ogni parte del proprio corpo.

3. il Baricentro, chiamato Power House, che comprende la zona di addome e la parte lombare della schiena, visto come centro di forza e di controllo di tutto il corpo.

4. la Fluidità, ovvero l’armonia dei movimenti.

5. la Precisione, perché ogni movimento deve avvicinarsi alla perfezione.

6. la Respirazione, che deve essere sempre ben controllata e correttamente coordinata al movimento.

Rispettare questi principi permette di mantenere il corpo sano, allenato e tonico nel completo rispetto delle proprie capacità e possibilità.

Per questo è di fondamentale importanza intraprendere un percorso in questa disciplina il più possibile graduale e controllato. In questo senso, il primo incontro con l’insegnante rappresenta un momento cruciale. Non deve essere solo una lezione privata, ma innanzitutto un modo per conoscersi: verrà mappata tutta la storia del corpo (interventi chirurgici, fratture, problemi articolari), valutata la stabilità e la forza muscolare e verranno insegnati i primi fondamenti della tecnica (concetto di cornice, di power house, corretto appoggio dei piedi etc.).

Questo approccio rappresenta uno dei punti di forza dello studio Ica-do a Rozzano, dove – grazie alle nostre competenze nel campo della psicosomatica – è anche possibile, per chi fosse interessato, una valutazione delle correlazioni tra psiche e corpo.

Grazie a tutto ciò l’insegnante avrà ben chiaro il profilo del proprio cliente, al quale verrà proposto il percorso ottimale per le sue esigenze, con la scelta del gruppo più idoneo qualora venisse espressa la volontà di frequentare i corsi collettivi oppure stabilendo la giusta frequenza delle lezioni individuali. O, ancora, può essere proposto l’intervento di un professionista dove si riscontrasse la necessità di risolvere problematiche più specifiche (dalla semplice contrattura muscolare a test posturali più specifici).

Al proposito, Ica-do dispone di una rete di professionisti con cui collabora da anni.

Per chiudere un’ultima raccomandazione, non meno importante: scegliere sempre corsi di pilates tenuti da insegnanti qualificati ed aggiornati e che non abbiano un gran numero di partecipanti.

Pilates: esercizi per il rinforzo muscolare

Federica Varone