Massaggio Ayurvedico

circa 60/90 minuti.

Ayurveda proviene da Ayus= Vita e Veda = Conoscenza. Una scienza che studia l’aspetto fisico, mentale e spirituale della vita, una visione complessiva dell’uomo, strettamente connessa con tutto ciò che ad essa è collegato: in Ayurveda l’uomo è il risultato di ciò che mangia, dice e pensa, da qui l’importanza dell’alimentazione, poiché ciò che mangiamo può alimentare, equilibrare o avvelenare il nostro corpo. Pertanto l’Ayurveda vede sempre l’uomo nella sua totalità e mai parzialmente, in pratica cura contestualmente corpo, mente e spirito. Il massaggio ayurvedico è un trattamento ideale per il benessere e la salute. È indicato a tutti: sani e malati, neonati e anziani. Il suo scopo è stabilire l’armonia fra le tre energie chiamate “Tridosha”. Agisce mantenendo il benessere del complesso corpo-mente e prevenendo le malattie. Disciplina la vita quotidiana e sviluppa la consapevolezza di se stessi. Questa tecnica fa sentire il corpo leggero, attivo ed energico. Un massaggio ayurvedico aiuta a eliminare le tossine attraverso la purificazione, rafforza il tono muscolare, rilassa e ringiovanisce il corpo. È utile anche per trattare vari problemi come la stanchezza muscolare, la perdita di capelli e lo stress.

Back Massage

circa 45 minuti

Molte sono le tensioni che si accumulano e le memorie trattenute in questa lunga porzione di corpo che va dalla nuca alla parte sacrale. La colonna vertebrale è la porzione dello scheletro che costituisce l’asse di sostegno del tronco e del corpo umano in toto, grazie alla sua particolare forma e flessibilità viene pernessa la stazione eretta, il movimento e inoltre, di fondamentale importanza, ricordiamo che all’interno del canale vertebrale si raccoglie il midollo spinale ( porzione extra cranica del sistema nervoso centrale, che con i nervi spinali forma il sistema nervoso periferico). Abbiamo ripreso il principio anatomico per sottolineare che quando trattiamo la schiena, interveniamo su un’unità fondamentale della persona. La schiena inoltre è ricca di significati simbolici su cui si basano intere discipline come lo Yoga. Vediamo quindi come la colonna vertebrale va oltre l’aspetto osteostrutturale, assumendo significati che hanno valenza energetica e psicofisica. Ciò che si osserva è che le problematiche più frequenti sono date da ciò che chiamiamo peso e rigidità ed il risultato è la limitazione del movimento, sino al vero e proprio blocco. Il parallelismo tra fisico e psichico è quindi immediato, tanto che a definirlo solo le stesse parole che vengono utilizzate dalla persona che lamenta il disagio : mi sento rigido/a, ho un peso sulle spalle, mi sono bloccato/a ecc… La colonna vertebrale è infatti l’impalcatura dell’organismo, alla quale si attribuisce la solidità e la capacità di supportare carichi ingenti non solo naturali ma anche psicologici. Massaggiare la testa, il collo e la schiena promuove benessere, consapevolezza, rilascio delle tensioni e riequilibrio psico-fisico.

Massaggio plantare

circa 45 minuti

I piedi sono l’unica parte del corpo in costante contatto con la terra, essi infatti rappresentano la base ed il sostegno dell’intero corpo, le nostre radici e le fondamenta. Il piede è una struttura anatomica fondamentale, perché su di essa agiscono tutti i carichi generati dal movimento corporeo, sia nell’attività sportiva che nella vita di tutti i giorni. Nonostante al giorno d’oggi i piedi siano poco considerati, ritenuti distanti dal resto del corpo e confinati in calzature ( spesso inappropriate) per ore e ore ogni giorno, i piedi hanno sempre avuto nei secoli e millenni ruolo ed importanza notevole tanto che gli antropologi concordano col definire il piede la parte anatomica più strettamente umana. Per la particolare collocazione nel corpo, la stravagante struttura anatomica, la particolarità di essere l’unica zona costantemente a contatto con il suolo, è immediato il parallelismo del piede come base, appoggio fondamenta, radice del movimento ecc.. Trasportato sul piano analogico ecco allora che il piede assume il significato, e il grande valore, di essere simbolo dell’andare nel mondo, di centratura e radicamento, umiltà e libertà. Il massaggio plantare è un’ antica arte della salute che utilizza la corrispondenza tra punti del piede( detti riflessi) e vari sistemi corporei, basandosi su uno dei principi più affascinanti che la natura offre ovvero che ogni parte contiene l’essenza del tutto. Il piede quindi riporta sulla sua superficie punti legati direttamente ad organi e visceri che stimolati possono essere d’aiuto per riequilibrarli. Il massaggio plantare stimola globalmente il sistema della persona agendo sul sistema nervoso centrale e periferico, sulla circolazione sanguigna e linfatica e sul sistema endocrino. Oltre al riequilibrio, sottolineando la valenza simbolica del piede, lavorare su e con questa zona promuove anche centralità, solidità e radicamento. È un massaggio adatto a tutti dal bambino all’anziano.

Massaggio olistico rilassante e decontratturante

circa 60/90 minuti

Cos’è l’Olismo? Il termine olismo proviene dal greco "olos" che significa “totalità”. L’olismo in medicina rappresenta uno stato di salute “globale”, l’unione di mente, corpo, ambiente e società. La ricerca della salute è orientata alla persona e non alla malattia, alla causa e non al sintomo, al sistema e non all’organo, al riequilibrio invece che alla cura, stimolando il naturale processo di auto-guarigione del corpo. Il massaggio olistico agisce sul riequilibrio di corpo e mente allentando le tensioni e porta ad uno stato di benessere e di rilassamento che favorisce il naturale ripristino di tutti gli equilibri del corpo. Il contatto e la stimolazione della pelle ha un effetto stimolante sul cervello; stimola in particolare la capacità di creare nuove sinapsi, il che corrisponde ad una maggior creatività e capacità di trovare sempre nuove soluzioni. Il massaggio si esegue su corpo svestito e con l’utilizzo di oli vegetali specifici a seconda delle indicazioni e della tollerabilità dell’assistito. In questo tipo di trattamento il corpo viene sempre trattato nella sua interezza, collegando la manualità alla “respirazione” delle parti trattate e all’ascolto profondo del sistema. La personalizzazione del massaggio consisterà nel riferirsi ad un sistema o tessuto corporeo più specifico,a seconda del bisogno del ricevente, utilizzando anche l’olio e l’essenza più appropriata; anche i parametri di tempo e ritmo potranno essere assolutamente variabili. Il trattamento potrà assumere una colorazione più sportiva e muscolare, o invece rilassante o mirata alla circolazione dei liquidi o all’eliminazione delle tossine. Il massaggio olistico agisce sul riequilibrio di corpo e mente allentando le tensioni e porta ad uno stato di benessere e di rilassamento che favorisce il naturale ripristino di tutti gli equilibri del corpo. Gli scopi del massaggio sono: Stimolare il riequilibrio funzionale ed energetico dell’organismo Rafforzare le difese organiche Armonizzare la circolazione energetica Favorire la circolazione sanguigna e linfatica Drenare liquidi e tossine Migliorare la funzionalità delle articolazioni Rilassare tendini e muscoli Aiutare a percepire in modo “corretto” il proprio corpo, ascoltarlo e riprendere contatto amorevole con esso

Massaggio Hawaiiano: Lomi Lomi

circa 60/90 minuti

Il massaggio hawaiiano, il Lomi Lomi, è una preghiera in movimento. Fluido come acqua, profondo come l’oceano, dolce come un respiro, nutriente come l’abbraccio amorevole di una madre. Il tocco è la connessione fra cuore, mano, spirito e l’essenza della vita. Si focalizza sullo spirito, il corpo è di seconda importanza. Gli allungamenti dei muscoli e l’apertura delle articolazioni risvegliano la forza vitale nelle ossa. Nella filosofia Hawaiiana ogni malessere è considerato una perdita della connessione con la forza divina con la quale nasciamo. Il massaggio Hawaiiano migliora la circolazione del sangue, della linfa e dell’energia, sblocca le articolazioni e promuove una corretta postura, decontrae le fasce muscolari e favorisce l’assorbimento dell’acido lattico, dà elasticità e luminosità alla pelle, rilassandosi, dona la sensazione di benessere.

Massaggio Thailandese

circa 60/90 minuti

Il massaggio Thailandese si è sviluppato in Thailandia, dove le tecniche e i principi ayurvedici a poco a poco sono stati influenzati dalla medicina tradizionale cinese. Per secoli il massaggio thailandese è stato utilizzato dai monaci come una vera e propria terapia medica. Il massaggio thailandese è più energico di altre forme più classiche di massaggio. Il terapeuta usa mani, ginocchia, gambe e piedi per far assumere al soggetto trattato specifiche posizioni. Durante il trattamento vengono usate tecniche di compressione muscolare, mobilizzazione articolare e digitopressione,dando vita a un massaggio che risulta sia rilassante che energizzante. Il massaggio thailandese è eseguito su di un materassino sul pavimento,non viene applicato olio e si rimane vestiti con abiti molto comodi in modo che il corpo possa muoversi facilmente. Il massaggio thailandese rilassa, riduce lo stress, migliora la circolazione, aiuta il corpo a disintossicarsi, migliora il sistema immunitario, rallenta il processo di invecchiamento, migliora la postura, l’equilibrio e corregge l’allineamento del corpo, aumenta l’energia, aumenta la flessibilità e crea equilibrio fra mente e corpo. Inoltre è una tecnica di massaggio adatta anche e specialmente per atleti di discipline aerobiche, perché può contribuire a ridurre il tempo di recupero lasciando il corpo rilassato e la mente sveglia.